Il Tribunale Arbitrale dell’Aja ha accolto la richiesta italiana: il Marò Salvatore Girone verrà rimpatriato e rimarrà in Italia per la durata del processo.

Dopo quattro anni di fraintendimenti, pastoie burocratiche, scontri diplomatici, rinvii e scambi di accuse più o meno velate, finalmente qualcosa si muove nel caso dell’Enrica Lexie, la controversia sorta tra India e Italia riguardo l’omicidio di due pescatori durante un’operazione antipirateria da parte degli imputati, i due Marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. In quattro anni in cui le autorità giudiziarie di New Delhi e dello stato del Kherala non sono riuscite nemmenoa fare totale chiarezza sul capo di imputazione e garantire un equo processo ai due fucilieri italiani.

Il Marò Salvatore Girone rientrerà dall’India. Photo credit: Kichik Photography via Foter.com / CC BY

L’Italia, attraverso i Ministri degli Esteri succedutisi nel tempo (Terzi, Bonino, Gentiloni) non ha perso occasione per denunciare l’illegittimità dei provvedimenti con cui le autorità indiane hanno trattenuto i Marò, ma di rimando New Delhi ha sempre respinto le pretese italiane di rimpatrio come “inammissibili”. Di fronte ad uno stallo che minacciava di protrarsi per un tempo indeterminato il Governo italiano aveva ottenuto, lo scorso 26 giugno 2015, l’apertura di un procedimento arbitrale presso il Tribunale Arbitrale dell’Aja chiedendo il rimpatrio di Salvatore Girone per la durata del processo, prevista in ulteriori 2-3 anni (Massimiliano Latorre si trova già in Italia dal settembre 2015 grazie ad un permesso speciale recentemente prorogato fino al 30 settembre 2016). La risposta del Tribunale sarà ufficializzata domani, ma la Farnesina ha già dato l’annuncio: Girone tornerà in Italia in tempi brevi. “Si tratta quindi di una buona notizia per i due Fucilieri, le loro famiglie e per le ragioni sostenute dal Governo e dai nostri legali” – recita la nota del Ministero degli Esteri. “Il Governo conta su un atteggiamento costruttivo dell’India anche nelle fasi successive e di merito della controversia”.

La notizia del rientro dell’ultimo Marò trattenuto in India è stata accoltà quasi con incredulità da Michele Girone, il padre di Salvatore: “Se la notizia è vera sono strafelice. E’ una notizia meravigliosa. Adesso devo sentire mio figlio e mia nuora per accertare se è vera” (ANSA). Da Firenze, dove si trovava in conferenza stampa con il Premier giapponese Shinzo Abe, Matteo Renzi l’ha definita una “straordinaria notizia”. Tra i rappresentanti delle istituzioni, anche Laura Boldrini ha rilasciato una dichiarazione: “Sono particolarmente contenta anche per le famiglie, visto che da tempo vivono uno stato di ansia rispetto a questa lontananza”.

di Andrea SEVERINA

Articolo precedente

L'antologia del ghigno e della smorfia. Le “teste di carattere” di Franz Xaver Messerschmidt

Articolo successivo

Per far festa i palloncini ad elio non tramontano mai

Redazione Retrò Online

Redazione Retrò Online

La redazione di Retrò Online - Magazine.