Unicef lancia l’allarme: 4mila bambini, molti dei quali orfani e senza famiglia, rischiano la vita nell’assedio che si stringe attorno ad Aleppo Est.

Ci sarebbero anche migliaia di bambini tra le vittime dell’ultimo assedio siriano. Sarebbero almeno 4mila, secondo Unicef. La grande maggioranza di questi bambini è orfano e senza famiglia. Rimasti soli al mondo, vagano senza meta tra le macerie della città che fu, senza cibo, acqua, cure mediche. Molti di loro non sono mai stati vaccinati. Rischiano di morire di stenti o sotto il fuoco incrociato di una guerra che non capiscono, in quella trappola di nome Aleppo Est.

Unicef lancia l’allarme sui bambini di Aleppo. Photo credit: FreedomHouse via Foter.com / CC BY

A lanciare l’allarme nel nostro paese è stato il portavoce di Unicef Italia Andrea Iacomini. Lo ha fatto in occasione dell’#AleppoDay, manifestazione promossa come dimostrazione di solidarietà. Per dare voce a chi si trova in un incubo senza apparente via d’uscita. E per richiamare l’attenzione sui bambini, da sempre vittime innocenti di guerre che non capiscono. «Oggi in occasione dell’#Aleppoday ci auguriamo che il mondo non si volti dall’altra parte e che dall’Italia parta un grande segnale di solidarietà per questi bambini che vivono un calvario senza precedenti, che non hanno voluto».

Quella di Unicef e di altre organizzazioni umanitarie è una corsa contro il tempo. Intanto continua senza sosta l’evaquazione sotto l’egida delle Nazioni Unite, sebbene le recenti nevicate su Aleppo rischino di complicare le operazioni. Altri 300 mezzi sarebbero in procinto di lasciare la zona. Sono ancora migliaia, infatti, i combattenti e i civili che attendono di lasciare la zona. Iacomini, in proposito ha dichiarato: «Notizie non confermate riportano anche di bambini e civili morti sui bus a causa del sovraffollamento: un fatto orribile. Occorre vigilare perché certi fatti, se confermati, non si verifichino. Sarebbe paradossale, disumano».

di Andrea SEVERINA

Articolo precedente

Bocelli non canterà per Donald Trump

Articolo successivo

Milano, ucciso dalla Polizia il killer di Berlino

Redazione Retrò Online

Redazione Retrò Online

La redazione di Retrò Online - Magazine.