Accordo fra Russia e Turchia

C’è l’accordo fra Russia e Turchia per il cessate il fuoco in Siria. E’ un’intesa che può fare storia nel conflitto siriano. E infatti verrà quanto prima sottoposta all’attenzione di Damasco e dell’opposizione perché sia approvata. Ad annunciare l’accordo russo-turco in Siria è l’Anadolu, l’agenzia ufficiale di Ankara. Ora che l’intesa è stata accettata fra gli attori esterni alla Siria, verrà ora sottoposta ad approvazione a Damasco e ai gruppi dell’opposizione.

In tutta la Siria dovrà tornare il cessate il fuoco, e sia da Mosca che da Ankara si lavora affinché la cessazione delle ostilità avvenga già dalla mezzanotte. Si prevede, infatti, che l’accordo sia preso in considerazione da tutte le parti in causa nel conflitto siriano: forze governative e gruppi ribelli. Intanto si precisa che i gruppi del terrore saranno esclusi.

Al lavoro i ministri degli Esteri. Si prepara l’incontro di Astana

A Mosca ed Ankara già da ieri i rispettivi ministri degli Esteri, Lavrov e Cavusoglu, avevano conversato telefonicamente al fine preparare le basi dell’accordo di cessate il fuoco in Siria. Si è avvertita da subito l’esigenza di concordare i “parametri pratici” utili a gestire diplomaticamente la fine “delle azioni di combattimento”, volendo preparare l’incontro di Astana “per operare in direzione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza 2254”.

Intanto il numero delle vittime civili continua a crescere all’interno del conflitto siriano. Ventidue persone sono state uccise nel corso di alcuni raid aerei nel nord-est della Siria, in area controllata dallo Stato islamico. Questo è quanto riporta una nota dell’Ondus, l’Osservatorio nazionale per i diritti umani. La fonte riporta che i bombardamenti sono avvenuti nella provincia di Deyr-az-Zor, e più precisamente nei pressi del villaggio di Al Hajna. Le vittime facevano parte di due famiglie.

Ora si attendono gli sviluppi dell’accordo fra Russia e Turchia. L’approvazione di Damasco e dei gruppi di opposizione è quanto mai fondamentale. Forse la Siria potrà finalmente voltare pagina col cessate il fuoco di mezzanotte.

Articolo precedente

Scenario difficile per le colonie di Israele. Le posizioni di Usa e Onu

Articolo successivo

Offensiva su Mosul. La marcia dell'esercito iracheno

Stefano Boscolo

Stefano Boscolo

Stefano Boscolo nasce a Torino nel luglio 1986. È laureato a pieni voti in Lettere e con lode in Culture moderne comparate presso l'Università degli Studi di Torino. È autore di diverse pubblicazioni e di una tesi sull'Immagine di Cristo, il culto mariano e il significato della salvezza nella poetica di Karol Wojtyla. È studente nel corso di laurea magistrale in Filologia e Letterature dell'Antichità. È uditore presso la Facoltà teologica dell'Italia settentrionale - Torino.