Due attentatori armati hanno fatto irruzione nella moschea di Québec City, Canada. Il bilancio è di 6 vittime e 8 feriti. Fermati due sospetti.

Negli ultimi tempi il Canada ha imparato a stupirci. Il giovane Primo Ministro, il liberale Justin Trudeau, ha saputo presentare il proprio paese come un esempio di civiltà e inclusione. Ma neppure la nomina del somalo Ahmed Hussen a Ministro per l’Immigrazione ha risparmiato al Canada i tragici eventi delle ultime ore. Alle 20 ora locale, in una serata di preghiera come tante, due uomini hanno fatto irruzione nella moschea di Québec City imbracciando armi d’assalto. I due hanno poi aperto il fuoco sui fedeli presenti.

Justin Trudeau, Primo Ministro del Canada. Photo credit: Alex Guibord via Foter.com / CC BY

Il bilancio è di 6 vittime e 8 feriti, di cui alcuni in gravi condizioni. Le vittime, di età tra i 35 e i 70 anni, provengono da diversi paesi africani, tra cui Algeria, Tunisia e Marocco. Tra loro anche l’imam della moschea colpita dagli attentatori. Immediata è scattata la caccia all’uomo da parte della Polizia, che ha in breve raggiunto uno dei fuggitivi ancora presente in zona. Il complice si sarebbe invece costituito telefonando alla Polizia da un luogo distante 2okm dalla moschea, dicendosi pentito del gesto appena compiuto. Secondo quanto riferito dal Journal du Quebec, si tratterebbe di due studenti ventisettenni dell’Università di Laval. Subito sono scattate percuisizioni e indagini sul conto deu due sospettati.

Dichiarazioni di solidarietà al Canada e alla sua comunità islamica sono giunte da ogni angolo del mondo. Tra gli altri hanno commentato l’accaduto anche il Segretario Generale della Nato Stoltenberg e il Presidente Francese Hollande. Trudeau ha definito l’assalto un «attacco terroristico contro i musulmani»: «I musulmani canadesi sono una parte importante della nostra azienda nazionale, e questi atti senza senso non trovano posto nelle nostre comunità, città e Paesi. La diversità è la nostra forza e la tolleranza religiosa è un valore che, come canadesi, abbiamo caro».

di Andrea SEVERINA

Articolo precedente

A Brescia sfila la pittura italiana dell'Ottocento

Articolo successivo

Agcom, sarà Morcellini il nuovo commissario

Redazione Retrò Online

Redazione Retrò Online

La redazione di Retrò Online - Magazine.